Un matrimonio improbabile: un sì da vera "sirena"

Susana Zamos ha deciso di celebrare il suo matrimonio in un modo del tutto originale, un sì impensabile immerso nel Mar dei Caraibi

Un’idea del tutto originale quella realizzata da Susana Zamos, quella di poter pronunciare il più importante della sua vita come una sirena, immersa nel mare. Susana, che per lungo tempo ha cercato wedding planner disposti ad organizzare il suo matrimonio, si è sentita continuamente dire che sposarsi in mare sarebbe stato troppo complicato e che non sarebbe stato possibile realizzare la sua richiesta. Ormai, arresasi alla consapevolezza di dover celebrare il suo matrimonio con una semplice cerimonia in spiaggia e rinunciare così al suo sogno, è poi accaduto qualcosa che non si sarebbe mai aspettata.

L’organizzazione del matrimonio

Inaspettatamente, si presenta la fotografa Sol Tamargo che si offre di aiutarla. Sol, insieme al suo team Del Sol Photography, riesce a portare a compimento il sogno di Susana. Cento invitati, trasportati per mezzo di piccole imbarcazioni, raggiungono il banco di sabbia di El Cielo presso Cozumel in Messico. Uomini in camicia e pantaloni bianchi, le donne in vestito lungo e le piccole damigelle che con vestitini color panna siedono su una tavola da surf e sfilano in mezzo agli invitati si apprestano a quello che è una delle funzioni matrimoniali tra le più particolari mai viste.

Sposa bagnata, sposa fortunata

Susana accompagnata dal padre al centro della “navata” creata dai presenti, cammina immersa fino alla cintola, con un abito dalle sfumature rosa nell’incantevole Mar dei Caraibi. In conclusione, come tutti gli sposi, i due neo coniugi si fanno scattare foto sott’acqua (vedi la Gallery) mentre si scambiano baci o si tengono amorevolmente la mano con la fede. Per festeggiare, invece che lanciare il classico riso all’uscita dalla chiesa, gli invitati schizzano l’acqua sugli sposi. “Ho sempre amato l’acqua” è ciò che ha postato la sposa sul sito della fotografa che è riuscita, fra tanti, ad accontentare la particolare richiesta di Susana.



Aggiungi un commento