Gordon con Wishraiser si schiera a difesa delle donne

Gordon, youtuber e web creator, ha scelto di scendere in campo prestando il volto per la campagna lanciata da Wishraiser a favore di White Mathilda

Gordon ha prestato il suo volto per la campagna lanciata da Wishraiser a favore dell’associazione White Mathilda, che si occupa della gestione di centri-antiviolenza nel territorio lombardo. Da sempre impegnato nel cercare di capire e spiegare l’universo femminile, non poteva che essere lui la scelta più adatta per questa campagna.

Classe 1990, da anni intrattiene il suo pubblico su Youtube con video ironici e divertenti che nascondono tante verità. Di chi stiamo parlando? Di Gordon ovviamente! Quando Wishraiser lo ha contattato per essere testimonial della campagna lui non si è tirato indietro.

Per lui il rispetto e l’amore verso le donne sono le parole chiave per far sì che il mondo possa diventare un posto migliore. The Social Post lo ha intervistato proprio in occasione del lancio della campagna, ed ecco cosa ci ha raccontato sul contest di Wisharaiser.



Una voce maschile per le donne

Le donne ricoprono un ruolo molto importante nella vita di Gordon, lui stesso ha definito la sua partecipazione alla campagna come un dovere morale, come anche approfondire e dare voce a chi non viene ascoltato o, come nel caso delle donne, incompreso o peggio. “Quando sei uno youtuber, un creator o un personaggio WEB, io credo che tu abbia molti doveri nei confronti di chi ti segue” racconta, “essendo io un uomo che viene ascoltato dalle donne e, magari anche dai ragazzi, e, visto e considerato che ultimamente la figura della donna non è vista con il dovuto rispetto, magari posso fare la differenza”. 

Gordon

Gordon



Non è un caso quindi che sia stato spesso identificato come una sorta di paladino del gentil sesso, come lui stesso racconta “è davvero surreale, vengo visto come il paladino delle donne o voce femminile, non me lo sarei mai aspettato, ma è una cosa che mi fa assolutamente piacere”.

Gordon ha capito che l’uso dei social è un valido modo per lanciare messaggi importanti, non soltanto quindi un posto per video goliardici , “a 28 anni mi sono detto -Voglio usare i social per fare lo stupido o per fare qualcosa di costruttivo e magari lasciare e lanciare un messaggio?” Da li quindi tutta una serie di video che, attraverso contenuti comici, nascondono una satira e una profonda denuncia sociale.

Una giornata “tra amiche”

Essendo i suoi format basati sull’ascolto e sul dare consigli, Gordon sa perfettamente quale sia la giornata-tipo ideale da passare con chi vincerà il contest benefico: “Tante ore da passare insieme e una cena”.  Lui sa che sta realizzando il desiderio delle sue fan e vive il tutto con la massina serenità: “Loro vogliono parlare con me, conoscermi, io non posso dedicare semplicemente 10 minuti, figurati! Un gruppo di ragazze che hanno la possibilità di passare un’intera giornata con il loro idolo, cominceranno a bombardarmi di domande dalla prima all’ultima chiedendo ogni tipo di consiglio”.



Io penso che la cosa più preziosa sia donare il tuo tempo (…). Allora io ho deciso insieme a Wishraiser, visto che le mie fan sono molto attaccate al mio personaggio, di dedicargli una giornata intera e passarla tra “amiche”, si può dire così?”

Gordon ha deciso, soprattutto in occasione del 25 novembre, di lasciare un messaggio, un pensiero, dedicato a tutte le donne: “Non abbiate paura di rimanere da sole perché qualcuno che vi capirà e vi apprezzerà ci sarà sempre. Da qualche parte c’è, non è facile trovarlo, ma non abbandonatevi al primo “amore” che vi capita perché avete paura di restare da sole. Non lasciatevi andare ad un amore da 2 quando potete avere un amore da 10. Semplicemente questo, fatevi apprezzare per quello che siete e non accontentatevi.

L’impegno di Gordon in questo campo lo ha reso il candidato ideale per lanciare un messaggio preciso, anche gli uomini scendono in campo contro la violenza sulle donne. Dimostrando, citando Mario Salsano co-funder di Wishraiser, che il problema della violenza sulle donne riguarda l’intera società.