Intimo: come sceglierlo? Ecco 4 consigli da seguire

La scelta dell’intimo non dovrebbe mai essere sottovalutata e fatta con poca attenzione, sia per una questione estetica sia per una questione di protezione della nostra pelle in un’area così delicata. Vediamo quindi 4 punti da tenere bene a mente quando si acquistano indumenti intimi.

Materiali di qualità

Trattandosi di capi che sono sempre a contatto con delle zone delicate del nostro corpo, è bene preferire sempre dei materiali di qualità, scartando quelli più scadenti e di dubbia provenienza.

L’ideale sarebbe indossare intimo in cotone come quello acquistabile nello shop online di Cotonella, ad esempio: questo materiale, infatti, ha un’ottima vestibilità ed è allo stesso tempo il migliore per quanto riguarda la traspirazione, in quanto non trattiene l’umidità e lascia respirare la pelle. L’intimo di altri materiali può andar bene per alcune occasioni ma bisogna fare attenzione perché, se usati troppo spesso, tessuti come il nylon e la lycra possono causare irritazioni e altre reazioni cutanee.

Il colore più adatto alla propria pelle

I colori indispensabili e da avere assolutamente nel cassetto della biancheria sono il nero e il rosa carne; il secondo, in particolare, è l’ideale anche sotto alle classiche t-shirt bianche. Naturalmente questo non significa che gli altri colori vanno banditi, ma attenzione a scegliere quelli più adatti al colore della propria pelle: se è vero che il nero sta bene su tutte, chi ha la pelle chiara dovrebbe puntare sulle tonalità più scure, evitando come la peste il bianco e altre tonalità chiare; chi ha la pelle olivastra, invece, può andare sul sicuro proprio con queste tonalità più chiare.

I modelli che valorizzano la silhouette

Infine non potremmo non sottolineare l’importanza che ha il modello degli indumenti intimi per valorizzare le proprie forme. Se scelto con un pizzico di furbizia, infatti, l’intimo può aiutare a nascondere i punti deboli e mettere in risalto i punti di forza del corpo. Come sceglierlo? Dipende dalla forma del corpo: chi ha il fisico a clessidra, ad esempio, dovrebbe prediligere gli slip a brasiliana o a vita alta, mentre chi ha un fisico a triangolo può osare con tanga e modelli fatti con stoffe particolari ed eccentrici.

La giusta misura

Per quanto possa sembrare scontato, non tutti scelgono l’intimo della misura giusta. Questo può rappresentare un problema per la salute della nostra pelle: se l’intimo è troppo stretto si rischia infatti di farla irritare e di dover poi combattere contro fastidiose eruzioni cutanee o micosi. Oltre ai rischi legati alla corretta traspirazione del sudore, l’intimo troppo stretto è anche antiestetico, in quanto diventa visibile sotto ai vestiti.