nuova-vita-cappotti-vecchi

A volte capita di gettare un vecchio cappotto, ancora in ottime condizioni, ma non più alla moda o poco abbinabile con il resto del guardaroba. Oggi come non mai però è necessario fare scelte di moda più consapevoli, cercando di rendere quanto più lunga possibile la vita di ogni capo. Come fare? Le soluzioni possono essere diverse.

Azioni per una moda più consapevole

Le mode, lo sappiamo, sono passeggere e spesso ci ritroviamo negli armadi capi che hanno già una sorta di data di scadenza. C’è da dire però che negli ultimi anni l’approccio sta cambiando e si sono aperte nuove strade per quanto riguarda il riuso dei vestiti. App e negozi dedicati all’usato, associazione che recuperano gli abiti per donarli ai più bisognosi e via dicendo.

Il vintage sta vivendo un periodo d’oro, tanto che anche gli abiti delle nostre mamme e delle nostre nonne stanno riacquistando interesse, soprattutto tra le generazioni più giovani. Per quanto riguarda i cappotti poi, prima di gettarlo nella spazzatura o decidere di darlo via, occorrerebbe farsi una serie di domande. Cosa di lui non mi piace più? Potrebbe tornare di tendenza tra qualche anno? Come potrei renderlo più attuale?

Una nuova vita per i cappotti vecchi

I cappotti vecchi a volte sono dei veri e propri tesori perché spesso sono caldi e fatti in materiali resistenti. C’è inoltre da considerare che le mode tendenzialmente tornano in auge ogni 20/30 anni, ne è esempio il ritorno al gusto anni ’90 che stiamo vivendo ora. Ma nell’attesa, invece di dimenticarlo in un armadio, si può fare qualcosa? La risposta è sì. 

Anche se non si hanno grandi abilità sartoriali, i cappotti vecchi possono essere rinnovati con pochi semplici stratagemmi. Il primo, più semplice, è utilizzando una cintura. Se il modello lo consente, una cintura preziosa o a contrasto potrebbe essere un’ottima soluzione per trasformarlo. Un secondo suggerimento potrebbe essere invece quello di ravvivarlo sostituendo i bottoni o applicando inserti. Un collo o dei polsini di pelliccia sintetica o di velluto faranno sembrare un vecchio giaccone un nuovo acquisto. 

Se invece avete dimestichezza con la macchina per cucire e siete dotate di un po’ di creatività, potete sbizzarrirvi giocando con le lunghezze e i volumi. Oggi molto di tendenza, potrete creare un pesante gilet togliendo le maniche e rifinendole con cura. 

Una cosa è certa. Dando nuova vita ai cappotti vecchi non farete bene solo all’ambiente ma anche al vostro portafoglio e, perché no, potreste trovare un nuovo modo per dare sfogo alla vostra creatività.

Leggi anche

Hai degli abiti che non metti più? Ecco tante idee per dagli una nuova vita

Come riciclare i leggings utilizzando solo un paio di forbici

Moda vintage: gli abiti di seconda mano sbarcano anche sul red carpet