Sandali 100% naturali e sostenibili prodotti da una tribù indigena

Una tribù indigena realizza i sandali naturali al 100%, belli, comodi e che non danneggiano l’ambiente.

Sandali 100% naturali e sostenibili

I sandali sono realizzati rispettando la Madre Terra. Infatti, sono a base di lattice. Dell’approvvigionamento di materiale si occupano gli uomini, senza sfruttare la natura e rispettando il ciclo vitale degli alberi. Invece, le donne si occupano di intrecciare a mano e tingere, impiegando esclusivamente colori naturali ricavati dalla frutta, dagli ortaggi e dall’argilla. Difatti, uno dei grandi problemi dell’impatto ambientale nella produzione di calzature è proprio da ricollegarsi ai residui di origine petrolchimica delle tinture. Il risultato di questo sapiente lavoro è un sandalo bello e comodo con la suola in polvere di legno e l’intrecciatura realizzata con la paglia.

Chi ha avuto l’idea dei sandali?

L’idea di questi sandali sostenibili e naturali è balzata alla mente di Daosha Vaxā Shawā, designer a So noticia boa. La donna ha spiegato come il progetto sia nato tre anni fa: “Dopo che le donne indigene hanno ricevuto una formazione su come trasformare il lattice in un foglio di gomma (FSA), ho sentito il bisogno di creare scarpe con questo materiale. Abbiamo iniziato a vendere di recente. Abbiamo ancora una produzione molto piccola di 40 sandali al mese, ma aumenteranno gradualmente in base agli ordini. Presto la produzione si estenderà agli indigeni della stessa etnia del villaggio di Novo Accord, che si trova nelle vicinanze”.

Chi realizza i sandali 100% naturali?

La cooperativa che ha realizzato questo progetto è formata da 15 indigeni: uomini e donne di una tribù che risiede in Brasile. Insieme, vivono e creano i sandali nel mezzo della foresta Amazzonica, che vendono per il proprio sostentamento attraverso la tecnologia ed i sandali hanno il marchio Ararinha.

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo su Facebook!

Leggi anche

Moda green: dagli scarti di frutta nasce l’eco pelle

Dalle foglie dei cactus arriva la pelle vegetale ecosostenibile

Storia della borsetta: perché la usiamo e tutti i consigli di stile

Foto in alto: Facebook Ararinha