reggiseno

Indossare il reggiseno è un’azione che compiamo quotidianamente, come se fosse una parte integrante di noi stesse, una sorta di seconda pelle. Proprio perché ci accompagna, solitamente, in quasi ogni momento della nostra vita, ci sono reggiseni di ogni tipo, forma e colore.

Tuttavia, ciò che accomuna tutte le donne nel rapporto con il proprio reggiseno è rappresentato da alcuni “problemini” che questo indumento crea. Ad esempio, quante fra noi non hanno mai avuto la spallina del reggiseno troppo allentata che cade in continuazione?

 

Shutterstock

In questo articolo, troverete 10 trucchi che rappresentano le soluzioni più semplici e geniali a ognuno dei problemi più frequenti che, seppur banali per certi versi, se risolti, possono migliorare la giornata di ogni donna. 

1) Bretella di sicurezza

Per indossare determinati abiti che lasciano scoperte le spalle, è consigliabile utilizzare un reggiseno senza spalline. Non c’è nulla di più antiestetico, d’altra parte, di un bell’abito rovinato da una spallina visibile. Se temete, però, che il reggiseno possa cadere e che possa farvi fare una figuraccia davanti a tutti, seguite questo consiglio: legate una bretella intorno al busto. In questo caso, non dovrete preoccuparvi di nulla e potrete tirare un sospiro di sollievo.

PureWow

2) Dare volume ai vestiti

Può capitare a tutte di acquistare un bel vestito, ma di accorgersi poi che non ci sta così bene addosso perché la zona pettorale manca di volume. A volte bastano piccoli accorgimenti per cambiare completamente la situazione e trasformare un abito qualunque in un vestitino che fa la differenza. Come fare? Basta cucire al suo interno un reggiseno vecchio per ottenere subito un effetto più armonioso.

Skunkboy / skunkboyblog.com

3) Le spalline e la fascia orizzontale in vista

Spesso abbiamo magliette, top e vestiti con tagli particolari sulla schiena o sul dorso che, una volta indossati, non nascondono le spalline o, di lato, la fascia orizzontale del reggiseno. Ma, andiamo con ordine.

Addio spalline in vista

Nel caso delle spalline, è veramente antiestetico vederle spuntare da un vestito o da un top. Di certo, non è una cosa che contribuisce all’eleganza dell’outfit. Il modo migliore per risolvere il problema è usare una clip per i fogli di carta: è sufficiente incastrare le spalline nella clip e queste ultime spariranno dalla vista!

Frag-Mutti.de

Addio fascia orizzontale in vista

Ma se il taglio del vostro abito è davvero particolare e magari finisce per lasciare scoperta la parte laterale del busto, nella zona immediatamente sotto l’ascella, potete adottare questa pratica soluzione per non fare vedere la fascia orizzontale. Se non volete acquistare uno dei reggiseni in vendita che sfruttano il silicone per aderire completamente alla pelle e sono già senza spalline e senza fascia, potete appuntare con un po’ di ago e filo o semplicemente incastrare una fascia di stoffa dello stesso colore dell’abito o in pizzo in modo che non solo non si veda il reggiseno ma che diventi parte strategicamente del vostro outfit.

4) Magliette scollate

Avete una bella maglietta scollata ma non osate indossarla perché non volete lasciar visibile il vostro reggiseno? Non dovete rinunciare alla maglietta, rinunciate semplicemente agli inestetismi. In che modo? Individuate, nel vostro armadio, una vecchia camicetta che non indossate più. A questo punto, potete ritagliarne una parte e applicarla sopra la scollatura, unendola alle bretelline del reggiseno. Vi sembrerà di avere una maglietta nuova e nessuno si accorgerà del trucchetto.

Pinterest

5) Lavare il reggiseno in lavatrice o a mano

Dal momento che il lavaggio in lavatrice può condurre i reggiseni a un rapido deterioramento, è consigliabile acquistare una buona sacca portabiancheria nella quale riporli oppure scegliere di lavarli a mano. Ma, in quest’ultimo caso, considerato che si tratta pur sempre di un indumento intimo è necessario trovare un modo per igienizzarlo che non sia aggressivo per il tessuto.

Come lavare in lavatrice il reggiseno

Per fare in modo che il reggiseno non si rovini deformandosi o compromettendo il tessuto, è necessario ricorrere ad alcuni stratagemmi. Si può usare una borsetta brevettata (come quella mostrata dalla foto) fatta apposta per inserire e proteggere gli indumenti più delicati, che si conserveranno in buone condizioni più a lungo. Ma ricorda che per il lavaggio dei reggiseni deve essere bandita la centrifuga!

Lavare a mano

Per fare in modo che il reggiseno non si rovini ma comunque risulti perfettamente igienizzato, può essere una soluzione quella di lavarlo a mano usando il bicarbonato, che presenta 2 vantaggi: da un alto, deodora gli indumenti, dall’altro li igienizza senza risultare aggressivo. Basta sciogliere 100 grammi di bicarbonato in 2 litri d’acqua tiepida e il gioco è fatto.

Shutterstock

6) Metterli in ordine

Un modo per tenere in ordine e, soprattutto, non rovinare i tuoi reggiseni all’interno del cassetto della biancheria intima è appenderli in fila su una gruccia. Mettili tutti in fila e appesi dalla parte centrale. Se invece hai la possibilità di uno spazio maggiore, metti un reggiseno per stampella così rimarranno veramente perfetti!

Twitter @AvrielleBras

7) Sacca segreta

Ecco il trucco più geniale della lista. Se non vuoi portare la borsetta o preferisci nascondere i soldi, o qualsiasi cosa (di piccolo) tu voglia senza che si veda, attacca una piccola sacca di tessuto al reggiseno. Sarà il tuo comodissimo portafoglio segreto da portare! Quando volete evitare di uscire con la borsetta, potete utilizzare il reggiseno come gancio a cui attaccare una piccola sacca in tessuto, dentro la quale riporre i vostri soldi e i documenti essenziali.

Pinterest

8) Addio, fastidio alle spalle!

Anche le spalline del reggipetto possono diventare altamente fastidiose per il peso del nostro seno, oppure semplicemente a causa del tessuto di cui sono formate le spalline. Una soluzione può essere quella di applicare un cerotto, un’altra soluzione può essere invece quella di usare una tipologia di reggiseno diversa.

Il cerotto per le vesciche in corrispondenza della spallina del reggiseno

Invece di sopportare il dolore come una martire a causa di una spallina che sembra quasi “graffiare” la pelle risolvi la situazione così: prendi un cerotto in silicone, quello per le vesciche ad esempio (un oggetto che molte possiedono sempre in borsa!) e posizionalo intorno alla spallina in modo che protegga la tua pelle dallo sfregamento col tessuto.

hotintoday.com

I reggiseni che non danno fastidio alle spalle

Fino a qualche tempo fa, questa tipologia di reggiseni non erano molto adatti a chi ha il seno abbondante a causa del fatto che sembravano quasi non sorreggerne il peso. Stiamo parlando dei reggiseni a fascia, la soluzione ideale per chi ha problemi con le spalline. Sono sempre più studiati per sostenere il seno abbondante, al punto che se fino a una decina di anni fa quelli sul mercato era quasi sempre inutili, adesso sorreggono sempre di più.

Shutterstock

9) Come far asciugare i reggiseni

Infine, per evitare che le bretelle si rovinino irreparabilmente e che voi siate costrette a ricorrere a nodi o trucchi vari, un consiglio su come appendere i reggiseni bagnati. Mai appesi dall’alto, ovvero con le mollette che pinzano le bretelle. In questo modo infatti rovinerete l’elastico. Meglio usare un appendiabiti oppure sfruttare il centro del reggiseno.

Shutterstock

10) Niente più dolori

Quante volte ti sarà capitato di indossare un reggiseno che ti fa male proprio dove ci sono i ferretti? Ti costringe a trascorrere la giornata a cercare di ridurre il fastidio, causando nervosismo e imbarazzo. Ebbene, quando vorresti solo togliere il reggiseno per far finire questo strazio, prendi un salvaslip, taglialo a striscioline come nell’immagine, e appiccica il pezzo di salvaslip nella zona che taglia la pelle. Sollievo immediato!

dicasonline.com

Ti è piaciuto questo articolo? Allora condividilo su Facebook!