assorbenti-biodegradabili-cosa-sono

Gli assorbenti biodegradabili sono un prodotto ancora troppo di nicchia. Generalmente, si tende a preferire l’alternativa usa e getta, per una semplice questione di abitudine d’acquisto, tuttavia questi sono un vero e proprio rischio ambientale. Un rapporto Ispra del 2013 stima che gli assorbenti monouso costituiscono il 2,5% dei rifiuti complessivi, con un’incidenza pari a più di 900mila tonnellate.

Ecco, quindi, che gli assorbenti biodegradabili e compostabili corrono in nostro aiuto! Sono anche un’ottima alternativa per chi non vuole utilizzare la coppetta mestruale, ma tendono a creare un po’ di confusione, facciamo un po’ di chiarezza!

Cosa sono gli assorbenti biodegradabili e compostabili

Gli assorbenti biodegradabili sono un’alternativa usa e getta ecologica del tutto identica a quelli classici. Hanno il pregio di riuscire a decomporsi nell’arco di 3 o 6 mesi, riducendo di gran lunga l’impatto ambientale.

Affinché un prodotto biodegradabile possa essere considerato anche compostabile necessita di uno specifico riconoscimento, attestato da un bollino di garanzia. Essendo compostabile, il vantaggio è che lo smaltimento avviene in 3 mesi invece che 6.

È anche importante non confondersi con la dicitura “bio, che indica esclusivamente il fatto che siano prodotti con materiali che rispettano l’ambiente, ma non necessariamente biodegradabili o compostabili.

Dove acquistare e come smaltire gli assorbenti biodegradabili e compostabili

Uno dei più grossi problemi degli assorbenti biodegradabili e compostabili è la scarsa diffusione nella grande distribuzione. Per acquistarli l’alternativa più comoda sono ovviamente gli store online, ma potremmo rivolgerci ad alcuni negozi per la cura personale o alla farmacia.

Lo smaltimento rappresenta l’ultimo possibile dubbio sugli assorbenti ecologici. Essendo compostabili l’alternativa migliore è il cestino dell’umido, ma andrebbero separati in un sacchetto specifico a causa della presenza di sangue. Tuttavia, questo varia in base al comune e le corrette indicazioni possono essere facilmente reperite sui vari siti comunali.

Leggi anche:

Se stai cercando anche qualche informazione sulla coppetta mestruale, altra alternativa agli assorbenti classici, qui trovi tutto quello che c’è da sapere!

Sapevi che in Svezia gli assorbenti sono recentemente diventati gratuiti?

A Guardistallo, in provinca di Pisa, il sindaco ha deciso di ridurre l’iva sugli assorbenti, scopri qui qualcosa in più sulla sua iniziativa