Debora Pelamatti E Max Pezzali

Debora Pelamatti, oggi moglie di Max Pezzali, ha raccontato in un’intervista rilasciata a Selvaggia Lucarelli per il quotidiano Domani, la sua precedente relazione molto tossica con un uomo che la picchiava e la tradiva. “Sono stata tradita. Picchiata. Umiliata. Nel frattempo Max era il mio migliore amico, e poi è diventato la cura“. Queste sono le parole che Debora usa per raccontare cos’è diventato per lei l’ex cantante degli 883. Grazie a lui e al suo amore Debora è riuscita a superare il suo passato in cui aveva dovuto sopportare violenze e abusi, non solo fisici ma anche psicologici da parte di un uomo che diceva di amarla, ma purtroppo lo diceva anche ad altre.

Chi era l’ex fidanzato di Debora Pelamatti

Dopo essersi laureata in legge a Pavia, Debora Pelamatti ha un incontro che le stravolge la vita ma in negativo. Un uomo le promette quello che dice essere amore, ma che in realtà si rivela un insieme di bugie e violenza fisica e psicologica. Per anni Debora ha continuato a chiudere un occhio, se non due, davanti agli innumerevoli tradimenti e a perdonarlo finché un giorno non ce l’ha fatta più. Tra i vari episodi raccapriccianti che ha riferito durante intervista, racconta:

“Scopro che aveva scritto a venti donne lo stesso messaggio: ‘Mi manchi, non vedo l’ora di fare l’amore come l’ultima volta’. Eravamo insieme da cinque anni quando è successo, era l’ennesima mortificazione. Lo affronto, lui mi prende la testa e inizia a sbattermela contro l’asse del water: ‘Stron*a, io stavo giocando!’. Scappo dalla stanza, mi rifugio in quella degli amici, vado avanti a Xanax per due giorni. Ero un cadavere, non riuscivo più a mangiare a dormire”.

Una notte si presenta una donna sotto casa di Debora e inizia a suonare furiosamente al citofono. Il suo obiettivo era quello di far scoprire alla Pelamatti che il suo compagno ha una relazione con lei. Le parole di Debora su quello che è successo dopo rivelano una situazione assurda e pericolosa: “A quel punto il mio ex le sbatte la testa contro il muro e sai io cosa penso? Che siccome la picchiava come picchiava me, la amava come amava me. Avevo un pensiero malato”. 

Max Pezzali e la nascita di un amore pulito con Debora Pelamatti

Max Pezzali e Debora Pelamatti erano già amici da anni. Lui le era sempre stato vicino cercando di sostenerla, di aiutarla a mettere fine a quella relazione tossica e a scappare dalle grinfie di un uomo che la maltrattava. Un giorno, dopo un’ennesima violenza, Debora chiama Max. Lui la raggiunge subito, ma i due hanno paura che andando al pronto soccorso insieme avrebbero attirato la stampa, allora decidono di telefonare ad un’amica che la possa portare in ospedale. E così quella che era un’amicizia pian piano inizia a trasformarsi in qualcosa di più. “Mi confessa di essersi innamorato di me, ma di non essere disposto ad assistere a quello scempio che stavo facendo della mia vita, dice che non mi riconosce più e non vuole soffrire, che non mi avrebbe più risposto“, così Debora Pelamatti riporta le parole del cantante.

Ma poi la situazione cambia. Durante la notte dell’Epifania del 2013 Debora si rende conto di ricambiare quei sentimenti e di essere pronta a vivere un nuovo amore, perché questa volta davvero si tratta di amore. “E non ci lasciamo più, dal quel 6 gennaio del 2013, prendendoci cura l’uno dell’altra. L’altro mi mandava messaggi furibondi dicendo che Max era solo un ciccione tatuato, che non era l’uomo per me, ma non contava più nulla. Max non è stato una ruota di scorta, è stato fin da subito l’amore sano, l’amore pulito. E anche la cura”.