Beyoncé-Grammy

Definiti gli Oscar della musica, i Grammy 2021 hanno visto trionfare le donne. E che donne! La cerimonia si è svolta per la prima volta senza pubblico a causa del coronavirus, davanti al palco solo i protagonisti della serata, tutti rigorosamente muniti di mascherina.

Le regine indiscusse della 63esima edizione sono state senza ombra di dubbio Beyoncé, Billie Eilish e Taylor Swift, ma non sono state le uniche star a brillare. Scopriamo le vincitrici!

Beyoncé: l’artista donna più premiata della storia

Al primo posto troviamo la Queen B, Beyoncé, che partiva con ben 9 nomination. La cantante è riuscita a portare a casa 4 Grammys diventando così la donna più premiata della storia.

Questo record è stato raggiunto vincendo nelle categorie di miglior performance R&B (Black Parade), miglior performance rap (Savage), miglior canzone rap (Savage) e miglior video musicale (Brown Skin Girl). Il quarto premio è stato conquistato in condivisione con la figlia Blue Ivy, che incredibilmente affianca la mamma con il suo record: all’età di 9 anni è la più giovane vincitrice di un Grammy.

Taylor Swift: un altro album da record

Un’altra pop star da record è Taylor Swift. La cantante trionfa ogni anno, e questa volta non è stata da meno. Candidata in ben 6 categorie, ha vinto come miglior album dell’anno con il suo “Folklore”.

Questo successo l’ha portata sull’olimpo dei Grammys, con il suo album pubblicato durante il lockdown, ha vinto per la terza volta consecutiva in questa categoria. In passato soltanto artisti del calibro di Frank Sinatra, Paul Simon e Stevie Wonder c’erano riusciti.

Billie Eilish e H.E.R conquistano le canzoni dell’anno

La giovanissima Billie Eilish lo scorso anno aveva trionfato raggiungendo 5 premi, tra cui quello come miglior artista emergente. La sua popolarità da allora è decisamente salita alle stelle.
La ragazza in questa edizione ha ricevuto 4 nomination, ed è riuscita a portarne a casa 2: registrazione dell’anno con “Everything I wanted” e miglior canzone scritta per un film, televisione o altri media audio-visivi con “No Time to die”, scritta per il nuovo film di James Bond in uscita a fine anno.

Quest’anno il premio è stato anche simbolo di impegno sociale, infatti H.E.R si aggiudica il premio per canzone dell’anno con “I can’t breathe”: il brano tratta il tema della violenza della polizia in riferimento alla vicenda di George Floyd. L’artista ha anche vinto il premio per la miglior canzone R&B con “Better than I imagined”.

Leggi anche:

Beyoncé è la più premiata, ma chi è la più ricca? Scorpilo in questo articolo!

Cuorisi di sapere come è la vita da Queen B? Guardate com’è la sua umile dimora

Il lato B della fama. Ecco il documentario che racconta la situazione della popstar Britney Spears

Foto in alto: Fotogramma Youtube Canale Recording Academy / GRAMMYs