matrimonio-covid

Il Governo, con il dpcm entrato in vigore dal 18 maggio, ha stabilito delle condizioni per festeggiare in sicurezza i matrimoni e scongiurare così il pericolo che si formino dei focolai da Covid. Tutte queste regole valgono anche per ogni altro tipo di cerimonia e devono essere rispettate sia in zona gialla sia in zona bianca. Appurato che, non sarà necessario assumere un Covid Menager e non che non sarà obbligatorio festeggiare all’aperto, scopriamo quali norme però sono inderogabili.

Il numero degli invitati e il green pass

Il Governo ha imposto mille persone come numero massimo di invitati alla cerimonia, con una distanza di due metri l’uno dall’altro e all’ingresso gli si dovrà misurare la temperatura corporea. Inoltre, tutti i partecipanti dovranno possedere il green pass. Per quanto riguarda gli invitati che hanno avuto il Covid potranno richiederlo in ospedale o al proprio medico curante, le persone che hanno già effettuato la prima dose potranno ottenere il certificato dopo 15 giorni, mentre tutti coloro che hanno fatto 2 dosi gli verrà rilasciato nell’immediato. Infine, se non si appartiene a nessuno di queste categorie, l’unico modo per avere il green pass sarà quello di effettuare un tampone 48 ore prima, sono esentati solo i bambini al di sotto dei 2 anni. Fondamentale: i dati degli ospiti dovranno essere conservati fino a 14 giorni dopo la cerimonia.

Mascherina obbligatoria, si o no?

L’uso della mascherina, chirurgica o più protettiva, è obbligatorio per tutti, compreso il personale, all’interno e all’esterno quando non è possibile rispettare la distanza di sicurezza. Esenti i componenti di un gruppo durante la propria esibizione e, nel caso fosse stata ingaggiata una band, questa dovrà mantenere una distanza di tre metri dal pubblico, a meno che non ci sia una barriera in plexiglas davanti al microfono. L’obbligo di mascherina è previsto solo nel momento in cui i membri del gruppo si spostano nelle aree comuni interne.

Le regole per la disposizione dei tavoli, il menu e le bomboniere

I tavoli dovranno essere disposti affinché si riesca ad avere 1 metro di separazione tra gli ospiti di tavoli diversi. Non sarà consentito servirsi autonomamente al buffet ma si dovrà attendere il personale. Tutte le pietanze saranno in monoporzione per chi deciderà per il self service e per il classico servizio al tavolo, è consigliato un menù unico per ogni invitato. Inoltre, sarebbe meglio che il sale ed il companatico vengano serviti in monoporzione con delle pinze. Infine, dopo aver igienizzato le mani, le bomboniere dovranno essere consegnate singolarmente ad ogni partecipante.

Sarà consentito ballare al matrimonio?

Nessuna restrizione per il ballo all’esterno mentre, in uno luogo al chiuso, ad ogni invitato gli dovrà essere assicurato uno spazio di due metri quadri. Durante i festeggiamenti per il matrimonio è inoltre permessa l’esecuzione di spettacoli ed esibizioni artistiche purché si rispetti la distanza sociale di almeno un metro.

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici su Facebook!

Leggi anche:

Matrimonio annullato causa Covid: ecco come avere il rimborso

Un matrimonio originale senza spendere una fortuna si può fare!

Coppia: i consigli per non annoiarsi in casa