mr-bean-motivo-addio-rowan-atkinson

Mr. Bean va in pensione e a raccontare il perché di questa scelta è stato proprio l’attore e sceneggiatore inglese Rowan Atkinson. Una volontà che arriva dopo anni di successi in tutto il mondo e che lascia i suoi fan orfani di un personaggio tenero e divertente. Ma quale sarà il vero motivo di questo addio?

Perché Rowan Atkinson non sarà più Mr. Bean

Già nel novembre del 2012 Atkinson aveva dichiarato al Daily Telegraph l’intenzione di far andare in pensione il suo personaggio ma l’ufficializzazione è arrivata solo quest’anno. Infatti, dopo 20 anni, Mr. Bean andrà davvero in “soffitta”. Ma perché Rowan Atkinson, 66 anni, ha deciso di non interpretare più il ruolo che l’ha reso famoso nel mondo? In un’intervista rilasciata a Radio Times, l’attore ha spiegato il vero motivo dell’addio al personaggio che l’ha fatto conoscere e amare da molti: “Non mi piace tanto interpretarlo. Il peso della responsabilità non è piacevole. Lo trovo stressante e stancante, spero che finisca presto“. Nonostante questa rinuncia, l’attore ha deciso che però continuerà ad essere la voce del cartone animato, serie battezzata nel 2002: “È molto più facile dargli la voce“.

Il successo di Mr. Bean

Nessuno si sarebbe aspettato il successo mondiale di questo personaggio, tanto meno il suo interprete che, all’epoca, stava finendo un master di Ingegneria all’università di Oxford. Il personaggio di Mr. Bean è stato creato nel 1990 e prendeva spunto dalle esperienze personali di Atkinson, difatti, l’attore è afflitto da balbuzie da quando era bambino. I primi 15 episodi sono stati mandati in onda in Gran Bretagna tra il 1990 e il 1995 ma, ben presto, avrebbe conquistato il pubblico di tutto il mondo. Infatti, Mr. Bean è stato trasmesso in ben 200 paesi e non solo. Basandosi su questo bizzarro personaggio sono stati prodotti anche due film, Mr. Bean – L’ultima catastrofe del 1997, Mr. Bean’s Holiday del 2007 e l’azienda videoludica Blast! ha prodotto un videogioco.

Leggi anche:

Il ritorno di Sex and the City: ma all’appello manca qualcuna

Stefano De Martino su Rai 2: promette di far ridere rispettando le norme anti Covid

Daniele Bossari racconta il paranormale

Fonte immagine in alto: Fotogramma YouTube, Mr Bean