ricky gervais

Ricky Gervais ha presentato per la quinta volta i Golden Globes, scatenando l’ilarità della platea. Non ha risparmiato colpi su nessuno, da Leonardo di Caprio alla Apple, ma chi è lui? Come è diventato famoso?

Sul palco dei Golden Globes, ne ha trovate da dire su tutti, non risparmiando nessun colpo. Il suo compito è quello di condurre lo spettacolo, mantenendo alta l’attenzione del pubblico.

Chi è Ricky Gervais?

Ricky Gervais è nato a Reading, nel Regno Unito, nel 1961 inizia come cantante per i Seona Dancing.

Si dedica poi alla stand-up comedy con un buon successo, arrivando anche a firmare uno spettacolo per Netflix. Il successo come attore arriva con la serie The Office nel ruolo del direttore David Brent. La sua satira sul mondo dello spettacolo inizia a farsi sentire con la serie Extras.

La satira ai Golden Globes

I suoi discorsi d’apertura per i Globes pare siano un po’ temuti dalle star, consapevoli della sua vena cinica e dell’assenza di freni. Per il pubblico è diventato una certezza, per alcuni la sola ragione per guardare lo show. Il monologo di Ricky Gervais si è aperto con la promessa che questa sarà l’ultima volta che presenterà lo spettacolo. Ha posto anche l’attenzione sulla noiosità della diretta, dicendo che sarebbe meglio guardare la sua serie, After Life, piuttosto che la serata.

Ne ha dette anche sull’attore Leonardo di Caprio, al quale piace frequentare donne più giovani.
Ecco la battuta del comico: “Leonardo di Caprio era alla premier di C’era una volta a.. Hollywood e quando è uscito la ragazza con cui aveva un appuntamento era già troppo vecchia per lui”. Di Caprio l’ha presa bene, scoppiando in una grossa risata.

È poi toccata ad Apple: “Apple sta producendo The Morning Show, un dramma superbo sulla dignità e sul fare la cosa giusta, realizzato da una multinazionale che sfrutta lavoratori in Cina”. Spostando poi l’attenzione sulla platea: “Dite di essere politicamente consapevoli [..] se l’isis aprisse un suo servizio di streaming chiamereste subito il vostro agente, vero?”. Ha poi incalzato ancora pregando di evitare discorsi politici, “La maggior parte di voi ha passato meno tempo a scuola di Greta Thunberg”.

La battuta più irriverente l’ha sparata su Judi Dench, attaccando anche Martin Scorsese sul suo peso. Non si è risparmiato neanche sullo scarso numero di attori di colore nominati: “la Hollywood Foreign Press è molto, molto razzista”.

Lo sgomento e le risate in sala

Il discorso di Ricky Gervais è ormai ovunque in rete, postato e ripostato da chiunque. Il pubblico da casa apprezza sempre il suo monologo, probabilmente il momento più divertente della serata prima di una sequela di nomine e premi.
In sala, però, non tutti apprezzano l’irriverenza del comico. Tom Hanks, per esempio, reagisce con una faccia perplessa. Judi Dench, invece, non reagisce, ritenendo le offese “danno collaterale della libertà di parola”. Altri non si risparmiano di ridere, e spesso sono quelli non toccati direttamente dalle parole di Ricky Gervais. Altri ancora non vorrebbero più che presentasse i Globes.