estetica-maschile-uomo-bellezza-ideale
Advertisement

Nel mondo femminile, i canoni estetici di riferimento cambiano in fretta. Oggi, come mai prima d’ora, si sta assistendo a una progressiva inclusione di modelli di femminilità alternativa, svincolati da rigidi precetti. La strada è ancora lunga ma la Generazione Z sta dando un contributo importantissimo a questa rivoluzione estetica. Anche la sfera maschile ne è influenzata, ed ecco per quale motivo l’uomo dalla bellezza ideale oggi non è più rappresentato esclusivamente da un tipo di fisico.

Cos’è cambiato nell’estetica maschile

Se una ventina di anni fa ci avessero chiesto di descrivere l’uomo perfetto, la mente sarebbe corsa immediatamente verso l’immaginario hollywoodiano. Capelli biondi, occhi azzurri, pelle giovane e fisico scolpito. Che ci piacesse o meno, nel mondo dello spettacolo, del cinema, della musica e della moda facevano strada sono i “belli bellissimi”. Come accadeva anche nella controparte femminile, il divario tra persone normali e icone di bellezza era praticamente incolmabile.

Dopo anni di battaglie però, portate avanti soprattutto dalle donne, ora anche nell’estetica maschile qualcosa sta cambiando. Le case di moda si stanno aprendo a modelli oversize, a volti dai tratti molto particolari, a indossatori over 40. L’obiettivo è finalmente quello di rappresentare il proprio pubblico e i potenziali clienti, senza più sfidarli a raggiungere un ideale stereotipato.

E in fatto di diritto alla rappresentazione, la Generazione Z sta facendo davvero la differenza. Complici i social, in grado di trasformare persone normali in fenomeni virali, i giovani stanno riscrivendo i canoni di bellezza che, per la prima volta, investono tutti i generi senza alcuna distinzione di sesso, orientamento o etnia. 

Chi sono i protagonisti della rivoluzione dell’estetica maschile?

Ci sono gli attori di Hollywood che hanno saputo valorizzare la propria bellezza anche una volta superati gli anta. Ci sono le serie TV come Bridgerton, che hanno iniziato a seguire le regole del color-blind casting. O ancora i modelli oversize come Ben James, che spopola su TikTok.

Tra i giovani della Generazione Z però c’è una tendenza in particolare che la fa da padrone: il gender-fluid. La nuova estetica maschile non passa più attraverso la virilità esibita. Ai ragazzi di oggi non importa più mostrare i muscoli, portare i capelli o la barba in un certo modo o ancora vestirsi seguendo i canoni tradizionali che separano il guardaroba per genere.

Basta guarda al Festival di Sanremo o all’Eurovision 2022, o più semplicemente scrollare la bacheca di TikTok o Instagram, per accorgersi che i beniamini dei ragazzi di oggi giocano come non mai con gli abiti e il trucco. Più che verso nuovi canoni di bellezza maschile, oggi sembra che finalmente la parola d’ordine sia diventata libertà!

Leggi anche

Quali sono le 10 caratteristiche maschili che piacciono di più?

Moda inclusiva: la bellezza senza età delle modelle over 50

James Charles: il primo ragazzo testimonial di make up