The Ring

La storia del cinema è piena di vicende che hanno garantito ad alcune pellicole la non tanto lusinghiera fama di film maledetti. Nulla di cui preoccuparsi ovviamente, non si vuole intendere che guardandoli andremo in contro ad un destino terribile!

Incidenti sul set, morti inaspettate o immotivate ed anche fenomeni paranormali: ci sono pellicole che, insomma, oltre ad essere diventate famose per il loro successo, lo sono diventate anche per quello che è successo dietro alle quinte.

Altre volte, invece, si creano delle vere e proprie leggende metropolitane dietro a banalità interpretate male dal pubblico, non smentite dai produttori, che hanno fatto accrescere la fama di una pellicola.

È, per esempio, il caso di Tre scapoli e un bebè diretto da Colin Serrau, dove in una scena appare una misteriosa figura dietro ad una finestra, subito interpretata come un fantasma. Solo 31 anni dopo venne fuori che si trattava di un cartonato finito lì per caso, che permise “al film di fare un sacco di soldi, visto che le persone lo noleggiavano per vedere lo spettro” come dichiarò poi Margaret Colin.

Scopriamo assieme i 10 film maledetti nella storia del cinema!

Atuk di Tod Carroll

Se non avete mai visto e neppure mai sentito nominare questo film, non preoccupatevi dato che Atuk non è mai ufficialmente uscito! La ragione è semplice, tutti e 6 gli attori che si interessarono al ruolo di protagonista morirono poco dopo aver letto il copione. Il primo fu John Belushi, che dopo appena un paio di scene girate morì di overdose. Toccò anche a Sam Kinison, a John Candy e al suo amico Michael O’Donoghue che lesse la sceneggiatura con lui, poi a Chris Farley e a Phil Hartman. La produzione fu interrotta e la sceneggiatura venduta all’asta perdendosene le tracce.

John Belushi
Fotogramma canale Youtube MF BASIC 11 full hd, Dee Giallo Carlo Lucarelli racconta John Belushi

Rosemary’s baby – Roman Polanski

Probabilmente a qualcuno sarà nota la triste vicenda che toccò Roman Polanski nel 1969, durante le riprese del film Rosemary’s baby. La “famiglia” del pluriomicida Charles Manson irruppe nella casa del regista uccidendo tutti i presenti, compresa sua moglie, Sharon Tate, incinta all’ottavo mese. Questo, aggiunto alla morte del compositore della colonna sonora e del produttore del film contribuirono alla fama maledetta. Inoltre, leggenda vuole che anche l’omicidio di John Lennon sia legato a questa pellicola, morì infatti fuori dal palazzo usato come scenografia.

Rosemary's Baby
Fotogramma canale Youtube hahahaha, Rosemary’s Baby – What have you done to its eyes?

L’Esorcista – William Friedkin

Le vicende che hanno animato la produzione del film L’Esorcista sono parecchie. Alcune voci parlano di un numero variabile di morti legate al set tra 3 e 9. Inoltre, 2 incidenti ferirono Linda Blair e Ellen Burstyn, la seconda riportò anche danni permanenti. Come se non bastasse, durante le prime fasi di produzione, un misterioso incendio distrusse gran parte della scenografia, risparmiando solo la camera da letto dove si consuma la possessione durante il film. Il regista, o almeno così si vocifera, si avvalse anche di un vero esorcista per benedire il set.

L'esorcista
Fotogramma canale Youtube Klassischer Terror, L’esorcista in italiano – “Io ti esorcizo!”

Il mago di Oz – Lyman Frank Baum

La fama di film maledetto non riguarda solo gli horror, come dimostra Il mago di Oz di Lyman Frank Baum. La prima sciagura toccò all’Uomo di Latta, Buddy Ebsen, costretto ad abbandonare le riprese perché la polvere di alluminio del trucco gli causò una reazione allergica (secondo altri, invece, gli si depositò nei polmoni). Un’infezione agli occhi causata dalla stessa polvere colpì anche il suo sostituto. Venne poi il turno di Margaret Hamilton il cui costume prese fuoco. I fili che reggevano le scimmie volanti si ruppero, causando diverse fratture agli attori. Per ultimo, il cagnolino Toto si ruppe una zampa sul set.

Il Mago di Oz
Fotogramma canale Youtube CinetecaBologna, Il Mago di Oz – Trailer ITA (Il Cinema Ritrovato al cinema)

The ring – Gore Verbinski

Le vicende che ruotano intorno al film The ring fortunatamente non hanno causato morti di alcun tipo. Ad una settimana dall’inizio delle riprese si ruppe una tubatura dell’acqua, ed essendo il film incentrato sulla morte di una bambina annegata in un pozzo, il regista si avvalse di un prete per benedire il set. Ma gli incidenti non si fermarono, prima la troupe si trovò a fronteggiare uno sciame d’api comparso improvvisamente e poi sparito nell’arco di poco tempo. Infine, una tanica d’acqua scoppiò, allagando nuovamente gli uffici della produzione.

The Ring
Fotogramma canale Youtube Movieclips, Samara Comes to You – The Ring (8/8) Movie CLIP (2002) HD

Poltergeist – Steven Spielberg

Quando si parla di film maledetti l’esempio principale che si fa è proprio Poltergeist, diretto da Steven Spielberg. Leggenda vuole che la scia di sfortunati eventi che toccarono gli attori fu dovuta alla scelta di Spielberg di utilizzare scheletri umani al posto di quelli artificiali, in quanto più economici. La maledizione colpì prima le due attici che interpretano le sorelle protagoniste, Heather O’Rourke morì a 12 anni, poco dopo le riprese. Dominique Dunne, la sorella maggiore, morì strangolata dal fidanzato, esattamente come avviene al suo personaggio nel film. Altri 3 attori persero la vita in circostanze misteriose, tanto che per il secondo capitolo uno sciamano purificò il set.

poltergeist
Fotogramma canale Youtube Melecucche TV, POLTERGEIST: DEMONIACHE PRESENZE – SONO ARRIVATI!

Il presagio – Richard Donner

La produzione de Il presagio partì in qualche modo già maledetta, ancor prima di iniziare le riprese. Nei tre giorni precedenti, infatti, 2 fulmini colpirono gli aerei su cui viaggiavano alcuni membri del cast e della produzione. L’addestratore presente sul set fu ucciso da uno degli animali. Il regista venne investito da un’auto, non riportando, per fortuna, gravi danni. Il destino peggiore però toccò all’addetto degli effetti speciali, autore della famosissima scena della decapitazione del fotografo. Era in macchina con la sua fidanzata ed ebbero un incedente frontale in cui la donna morì decapitata da una lastra di metallo. Si vocifera che l’incidente avvenne a pochi chilometri dalla città di Ommen, in Olanda, ed il titolo originale del film è The Omen.

Il presagio
Fotogramma canale Youtube Movieclips Classic Trailers, The Omen (1976) Trailer #1 | Movieclips Classic Trailers

L’uomo che uccise Don Chisciotte – Terry Gilliam

La produzione de L’uomo che uccise Don Chisciotte durò ben 25 anni a causa dei numerosi problemi che la colpirono. In primis un violento nubifragio causò la distruzione di gran parte del set, costringendo la produzione a fermarsi per trovare i fondi necessari alla ricostruzione. Questo fece anche sì che Johnny Depp, scritturato come Sancho Panza, lasciò la produzione costringendo il regista a 2 anni di provini per sostituirlo. Una malattia costrinse a letto Jean Rochefort, Don Chisciotte, per diversi mesi e poi ci vollero altri 7 mesi per insegnargli l’inglese. Il progetto fu nuovamente messo in pausa per mancanza di fondi, uscendo definitivamente nel 2018. 

L'uomo che uccise Don Chisciotte
Fotogramma canale Youtube M2 Pictures, L’ uomo che uccise Don Chisciotte – Trailer Italiano Ufficiale

La passione di Cristo – Mel Gibson

Tra tutti i film maledetti che si possono citare, La passione di Cristo probabilmente occupa le ultime posizioni. Eppure, le sfortune che colpirono la pellicola furono numerose, a partire da quelle del protagonista Jim Caviezel. Fu inizialmente colpito da un’infezione polmonare, successivamente un’ipotermia lo costrinse nuovamente a letto. Il trucco gli causò poi un’irritazione cutanea. Ma non è tutto, venne colpito anche da un fulmine assieme all’aiuto regista Jan Michelini, il quale fu poi colpito una seconda volta nel medesimo modo.

La passione di Cristo
Fotogramma canale Youtube plavicvjeticable, La Flagellazione di Gesù

Il conquistatore – Oscar Millard

L’ultima posizione di questa lista non può che essere ricoperta da Il conquistatore, in assoluto il film che causò più morti tra cast e troupe. In totale le persone che collaborarono al film erano 220 e ben 91 di queste furono colpite da un grave cancro negli anni successivi alla fine delle riprese e ne morirono 47, tra cui il divo John Wayne. Più che ad una maledizione la causa andrebbe imputata ad una scelta sbagliata per la scenografia. Si scelse, infatti, St. George nello Utah, sede di numerosi test nucleari. Ben 2 anni di esposizione alle radiazioni, il tempo impiegato per completare il film, oltre alla decisione del regista di portare ad Hollywood una buona quantità di sabbia prelevata da lì per i reshoot del film.

Il conquistatore
Fotogramma canale Youtube Umbrella Entertainment, The Conqueror – Excerpt (1956)

Foto sopra: fotogramma canale Youtube Movieclips, Samara Comes to You – The Ring (8/8) Movie CLIP (2002) HD

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook!