I 10 cartoni animati più tristi degli anni Ottanta

Ballerine, cantanti, principesse, i cartoni attuali sono pieni di belle ragazzine, vestite alla moda che raccontano di storie felici, ma i cartoni animati degli anni Ottanta erano ben diversi da quelli che vengono trasmessi oggi.

Disgrazie, rapimenti, bambini cresciuti in orfanotrofio e tante altre sfortune per i piccoli protagonisti che avrebbero dovuto rallegrare i pomeriggi davanti alla TV in compagnia di Bim Bum Bam. Nonostante le tremende disavventure, nei cartoni giapponesi dell’epoca, si poteva comunque intravedere una fievole speranza e che, prima o poi, sarebbe tornata la felicità.

La piccola Heidi trattata male dalla signorina Rottenmeier, Lady Oscar che ha dovuto fingersi uomo per accontentare il padre, Candy Candy a cui muore il suo amatissimo Anthony, sono solo alcuni dei più malinconici di quel periodo. Nonostante la tristezza di questi racconti un po’ di nostalgia per quei primi cartoni animati è innegabile e quindi è giusto ricordarli tutti.

Scopriamo insieme i 10 cartoni animati più tristi degli anni Ottanta >>

10) Heidi

La protagonista di questo dolcissimo e straziante cartone trasmesso praticamente agli inizi degli anni Ottanta in Italia, nel 1978, è la piccola Heidi. Una tenera bambina orfana di entrambi i genitori viene presa in adozione dal nonno, uomo duro ma dall’animo molto tenero. Heidi vive molti anni felice tra le sue montagne e le sue adorate caprette, fino a quando la zia Dete la porta a Francoforte per costringerla a fare da dama di compagnia a Clara, una bambina molto ricca e bella ma costretta a vivere sulla sedia a rotelle. In questa casa la piccola passerà tempi molto duri a causa del trattamento a lei riservato dalla signorina Rottenmeier, la cattivissima governante della casa.

Heidi

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

9) Candy Candy

Candy viene abbandonata insieme ad Annie all’orfanotrofio. Le bambine sono inseparabili fino a quando i Brighton decideranno di adottare Annie, lasciando Candy sola con il suo procione Klin. Candy viene poi adottata dalla famiglia Legan, ma i fratelli Iriza e Neal le renderanno la vita difficile. Nel corso delle sue disavventure si innamora di Anthony. Però il ragazzo muore e le restano solo gli amici: i fratelli Archie e Stear. Candy si innamora nuovamente, questa volta di Terence. Il giovane scappato dal collegio per diventare un attore conosce Susanna che, innamorata di lui, tenta il suicidio quando capisce che il ragazzo ama Candy. Quest’ultima scopre tutto e per evitare la tragedia lascia per sempre Terence.

Candy Candy

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

8) Anna dai capelli rossi

La protagonista è una bambina molto sfortunata già dalla nascita perché resta orfana a soli 3 mesi e a 8 anni il suo primo padre adottivo muore travolto da un treno. Anna viene adottata una seconda volta ma anche questo padre successivamente muore. Per questo motivo la giovane passa alcuni anni in orfanotrofio, fino all’arrivo della terza famiglia che la adotterà. Finalmente sembra arrivato il sereno ma un brutto infarto colpisce il terzo padre che muore e la madre si ammala gravemente. Triste e sconfortata Anna lascia perdere le sue ambizioni e decide di accudire la madre. Questo cartone è andato in onda in Italia nel 1980.

Anna dai capelli rossi

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

7) Pollyanna

Pollyanna è un cartone animato che ha come protagonista un’orfana. Infatti, dopo la morte della madre perde anche il padre ed è costretta ad andare a vivere dalla zia Polly. Qui la piccola vivrà solo alcuni momenti felici, perché l’adorata zia sarà investita e perderà l’uso delle gambe. Solo successivamente, grazie all’aiuto di un medico, Polly riuscirà a rimettersi in piedi e si innamorerà del dottore. La sfortuna attende nuovamente le donne, perché anche il fidanzato della zia perderà la vita in un incidente e le donne saranno nuovamente sole.

Pollyanna

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

6) Lady Oscar

Oscar è una ragazza che ha dovuto vivere quasi tutta la vita nascondendo il suo vero sesso, perché il padre non poteva accettare di aver avuto come erede una donna. Per questo motivo alleva la piccola come un uomo e lo chiama con un nome maschile. Lady Oscar pur trovando il vero amore non riesce a terminare la sua vita in modo felice. Infatti, si ammala di tisi da giovane e muore durante l’assalto alla Bastiglia colpita da alcune pallottole. Il cartone animato è stato trasmesso in Italia dal 1982.

Lady Oscar

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

5) Hello Spank

Il cartone andato in onda nel 1982 ha come protagonista Aika, una quattordicenne che ha appena perso il padre scomparso in barca. La giovane si trasferisce dallo zio in una piccola città di mare, ma oltre alla perdita del padre deve anche affrontare quella di Puppy: la sua dolce cagnolina. Notando la tristezza della nipote, lo zio le regalerà Spank. Un dolce cagnetto che come la sua nuova padroncina ha perso il suo padrone in mare. I due si terrano compagnia fin dall’inizio e sarà proprio Spank a donare nuovamente il sorriso alla giovane.

Hello Spank

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

4) Remì

Remì, il protagonista del cartone del 1980, nasce in una famiglia ricca ma, rapito da neonato dallo zio che vuole la sua eredità, cresce in una famiglia modesta. Questa cade in disgrazia e il piccolo è affidato al signor Vitali che lo fa lavorare come artista ambulante. Dopo la morte di quest’ultimo il ragazzo è adottato una seconda volta, ma anche la nuova famiglia cade in disgrazia.

Remì

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

3) L’uomo tigre

Naoto è un orfano che, dopo una visita allo zoo, decide di diventare forte come una tigre. Durante il suo percorso conosce l’agente segreto della Tana delle Tigri che esercita i lottatori. Per 10 anni si allenerà per combattere in famosi ring dividendo gli incassi con l’associazione. Però, Naoto tradisce questa regola per aiutare l’orfanotrofio in cui è cresciuto e la Tana delle Tigri tenterà di ucciderlo in tutti i modi. Il cartone è andato in onda nel nostro paese nel 1982.

L’uomo tigre

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

2) Georgie

Georgie è un’orfana che viene adottata da una famiglia con due fratelli. Il padre adottivo muore subito e la bambina è mal sopportata dalla madre adottiva. Però, Georgie è bellissima ed entrambi i fratellastri si innamorano di lei e questo causerà non pochi problemi in famiglia. Però Georgie è  già innamorata, di un ragazzo che a sua volta è fidanzato. In Italia il cartone è stato mandato in onda nel 1984.

Georgie

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

1) Lovely Sara

La giovane Sara proviene da una famiglia ricca e per studiare soggiorna in un collegio molto prestigioso e costoso. Però, dopo la morte del padre, diviene povera e per poter sopravvivere deve prestare servizio al collegio. Sara non avendo nessuna eredità è costretta a fare la sguattera dove prima studiava. Questo straziante cartone animato è andato in onda nel 1986.

Lovely Sara

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo con le tue amiche su Facebook!