segreto-successo-dawsons-creek-katie-holmes
Advertisement

Dawson’s Creek è il teen drama per eccellenza. Andato in onda dal 1998 al 2003, la serie ha collezionato un’infinità di premi ma, soprattutto, ha segnato indelebilmente un’intera generazione di adolescenti. Ma a cosa deve tutto il suo successo? Secondo la protagonista Katie Holmes a una ricetta perfetta tra semplicità e tempismo.

Perché Dawson’s Creek ha avuto così tanto successo?

Quando una serie TV ha così tanto successo, il merito non è mai di un solo fattore. Certamente in primis c’è la trama, semplice ma efficace. Quattro ragazzi alle prese con i turbamenti dell’adolescenza, alla ricerca della propria strada verso l’età adulta, in un turbinio di emozioni, amicizie e primi amori. 

Chi aveva tra i 12 e i 18 anni in quel periodo, ricorderà con affetto i protagonisti Dawson, Joey, Jen e Pacey. Tutti gli adolescenti di quell’epoca si sono immedesimati in loro ed è qui che arriva il secondo indispensabile ingrediente della ricetta. Dawson’s Creek è stato il trampolino di lancio per 4 attori davvero di talento. Tutti e 4 infatti sono riusciti a costruirsi una carriera anche dopo la fine della serie senza rimanere intrappolati nei personaggi del teen drama.

Il segreto del successo di Dawson’s Creek secondo Katie Holmes

Trama, contenuto, attori. Ma manca ancora un ingrediente alla ricetta. A suggerirlo è stata Katie Holmes, la Joey Potter della serie, in un’intervista rilasciata al magazine Entertainment. Secondo l’attrice ed ex moglie di Tom Cruise, il segreto del successo di Dawson’s Creek è strettamente legato al momento storico in cui è nato. La star ha raccontato infatti: “Penso che fosse di una certa semplicità. C’erano 4 ragazzi che cercavano di capire come crescere, attraversando le emozioni dell’adolescenza. E questo era prima dei telefoni e che il mondo cambiasse davvero.”

Aggiungendo poi: “Era prima che Internet prendesse davvero il sopravvento, era prima degli iPhone, era prima di questa nuova forma di comunicazione. Era così coinvolgente perché era legato agli anni ’90. Non credo che nel mondo di oggi otterrebbe lo stesso successo.” 

Una considerazione che in noi fan un po’ nostalgiche provoca un certo turbamento ma che probabilmente è vera. E del resto lo saprà bene Katie Holmes che ha una figlia di 16 anni. Da quando Internet, la tecnologia e i social sono entrati nella quotidianità dei ragazzi, il modo di vivere l’adolescenza è cambiato radicalmente. Se Dawson’s Creek fosse stato girato negli anni ’20 del nuovo millennio, sarebbe stato completamente diverso rispetto alla serie che portiamo ancora nel cuore nonostante siano passati ormai tanti anni.

Leggi anche

Come sono oggi gli attori di Dawson’s Creek?

Joshua Jackson: l’ex Pacey Witter di Dawson’s Creek oggi è un affascinante over 40

Tra le serie cult, come non citare Friends? Ecco qualche curiosità che (forse) ancora non sai