Advertisement

Tutte ci ricordiamo quanto fosse noioso andare a scuola. Le ore interminabili di storia, latino, filosofia, per non parlare di matematica. Se ci avessero detto che esisteva una scuola in cui tutte queste materie era possibile impararle divertendosi? Immagino che nessuno avrebbe detto di no.

Inoltre, come è ormai noto al giorno d’oggi, l’intelligenza non è una sola, ma più di una. C’è chi è portato per i numeri, ma ha difficoltà a memorizzare e chi viceversa. Chi è portato per le materie pratiche e ha fantasia e chi invece ha il dono della scrittura, e così via.

Lo sapevate ad esempio che il quoziente intellettivo con cui si nasce, non è quello che rimane per tutta la vita? Ma anzi è possibile aumentarlo, ed anche diminuirlo nei peggiori dei casi. Secondo uno studio dell’University College of London, pubblicato sulla rivista Nature, può crescere anche di 21 punti.

Ai vostri bambini magari non gli insegnerete il teorema di Pitagora o a risolvere le equazioni fondamentali, ma potete iniziare ad istruirli e ad allenare il loro cervello ad imparare, divertendosi.

Vediamo insieme allora 8 trucchetti per insegnare ai bambini in maniera divertente e senza che se ne rendano conto >>

8) Leggere l’ora

Quando eravamo piccole, era un obbligo imparare in fretta a leggere l’ora, perché il digitale non era ancora così sviluppato. Oggi invece farlo è più semplice, basta conoscere i numeri. È importante però che anche i cosiddetti bambini 2.0, ovvero quelli nati nell’era del digitale, sappiano riconoscere l’ora dettata dalle lancette. Raccogliete le uova di plastica, quelle che contengono le sorprese e disegnate con un pennarello indelebile, su di un guscio i numeri di un’ora, ad es: 10.20 e sull’altro guscio la stessa ora, ma con le lancette. Separate i gusci e fate giocare il vostro bimbo a riunirli in maniera esatta.

leggere-lora

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

7) Allacciarsi le scarpe

I più piccoli hanno ancora quelle a strappo, ma man mano che crescono devono per forza imparare ad allacciarsele da soli. Se poi imparano prima faranno un figurone con i loro compagni di classe. Prendete un cartoncino e disegnate la sagoma di due scarpe. Potete anche appoggiarne un paio vere e con un pennarello, crearne la sagoma girandoci attorno. Dopodiché con la punta di un coltello create dei fori dove dovrebbero esserci le asole dei lacci. Prendete due cordini e fateli passare nei buchi, andando a ricreare il motivo della scarpa. Il vostro bimbo potrà provare e riprovare con tutta calma ad allacciare le scarpe così.

allacciare-le-scarpe

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

6) Il sistema solare

I bambini si sa, sono sempre affascinati dallo spazio e molti maschietti da grandi vorrebbero fare gli astronauti. Ecco un fantastico modo per insegnargli il sistema solare in maniera divertente e anche salutare. È ora della merenda, prendete della frutta, sbucciatela e tagliatela a fette. Avrete bisogno indicativamente di un kiwi, una fragola, una fetta di salame, un chicco di mais, un acino d’uva. Sbizzarritevi con questi prodotti a ricreare i pianeti e per fare le stelle, gocce di jogurt. Buon divertimento e buon appetito.

sistema-solare

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

5) Aritmetica

La matematica non è mai stata così divertente. Vi basterà prendere diversi pezzi di lego e dar loro un valore in base alla dimensione. Ad esempio il pezzo più grande potrà essere un 1, quello medio 1/2 e così via sino ad arrivare ad 1/8. Potrete dargli anche altri valori. Fate giocare il bambino a sommarli e a trovare la giusta soluzione spostando i mattoncini.

aritmetica

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

4) L’alfabeto

Realizzate delle grosse lettere colorate da un foglio di carta ed incollatele al pavimento. Il gioco consisterà nel far partire una musica da ballare ed un po’ come nel gioco della sedia, quando la musica si fermerà tutti dovranno precipitarsi a mettere i piedi sopra la lettera corrispondente all’iniziale del proprio nome. E così via. Per i bambini più grandi, sui fogli si potranno scrivere parole intere, anziché singole lettere.

lalfabeto

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

3) Imparare a leggere

Vi serviranno fogli di carta ed un pennarello. Quello che dovrete realizzare è un domino fatto di parole. Troncate tutte le parole che sceglierete, scrivendone metà sul lato di un foglio e l’altra metà su di un’altra casella. Il bambino dovrà riuscire a riunire, proprio come nel domino, i troncamenti così da riunire tutte le parole. Più lui migliorerà e più potrete scegliere parole sempre più difficili e composte. Un altro metodo un pò più emplice è quello di scrivere la stessa parola e mettere vicine le parole uguali.

lettura

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

2) Unità di misura

Ve lo ricordate ancora voi, quando a scuola ci insegnavano le unità di misura? Un po’ come le tabelline, erano da imparare a memoria. Cosa c’è di meglio se non testare con mano i pesi veri. Riempite dei sacchetti con del riso o dei legumi secchi, realizzandoli ad esempio da ½ chilo, 1 chilo. O con delle bottiglie, 1 litro, ½ litro. E con gli strumenti di cucina potrete pesare anche 1 grammo, 1 millilitro e così via. Vostro figlio non avrà problemi poi a ricordarseli.

unita-di-misura

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

1) La tavola periodica

Ecco un’altra difficoltà. La tavola degli elementi chimici. Ovviamente da imparare a memoria. Una mamma inglese si è inventata un gioco spassosissimo. Ha ricreato, incollando due tabelle una contro l’altra, il famoso gioco di battaglia navale. Basterà disegnare con il pennarello le navi sulla tavola e le varie coordinate. Ovviamente al posto di lettere e numeri, poi bisognerà pronunciare il nome dell’elemento che si vuole affondare.
Con questi giochi non sarà solo il tuo bambino a divertirsi, ma sicuramente anche tu.

tavola-periodica

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook con le tue amiche >>