Rapporto fra cugini

I cugini sono una componente importante della famiglia. Compagni di gioco, spesso hanno l’età dei nostri bambini e questo permette loro di crescere insieme e fare le stesse esperienze.  

La relazione con i cugini è fondamentale per sviluppare una serie di caratteristiche che si porteranno dietro tutta la vita, come la socialità. Scopriamo insieme quali benefici comporta crescere insieme ai propri cugini!  

L’esperienza della crescita con i cugini 

Crescere con i propri cugini permette di interagire con bambini della stessa età, provare molto spesso le stesse emozioni e talvolta anche di andare alla stessa scuola. Il legame che si instaura con i cugini si differenzia da quello che invece possiamo avere con i fratelli perché è più solido: molto spesso i cugini sono sinonimo di vacanza, di divertimento estivo. È la pausa da casa e da tutto quello che vediamo quotidianamente intorno a noi. Il cugino è come un amico che talvolta può vivere lontano, ma se il rapporto è forte basterà solo rivedersi per riprendere a giocare o parlare come se niente fosse cambiato.  

L’importanza di crescere con i propri cugini 

Avendo la possibilità di crescere con i propri cugini i bambini sviluppano delle capacità di adattamento all’interno di un gruppo sociale. Inoltre, anche i figli unici imparano a stare con altri bambini che non siano necessariamente loro compagni di scuola, questo permette di educarli alla condivisione. Il caso opposto rischierebbe di formare un bambino viziato troppo dai genitori, esterno a qualsiasi forma di socialità e di collaborazione con altri bambini. Crescendo con i cugini invece, i bambini saranno capaci anche di promuovere idee diverse e parlarne, scambiandosi pareri e opinioni. 
Si sviluppa inoltre una catena di sostegno anche dal punto di vista emotivo che permetterà loro di proteggersi a vicenda.  

È molto importante anche il rapporto che vi è con i genitori dei propri cugini, ovvero con gli zii. Essi saranno come delle seconde mamme o papà e permetteranno di creare un ambiente rilassante sia per il bambino che per il genitore, il quale si sentirà sicuro a lasciare il figlio fuori casa.