Brad-Pitt-malattia
Advertisement

Ha 58 anni, è uno dei divi più famosi di Hollywood e presto lo rivedremo al cinema nel film Bullet Train. La vita di Brad Pitt però non è tutta rose e fiori. Un passato da alcolista, la separazione da Angelina Jolie e la depressione cronica che lo affligge non sono le uniche ombre che lo oscurano. Da diversi anni infatti l’attore soffre di una grave malattia neurologica di cui è tornato a parlare in una recente intervista.

La malattia di Brad Pitt

Intervistato da GQ USA, Brad Pitt ha rilasciato nuove dichiarazioni su una malattia che lo affligge ormai dal 2013. La star di Hollywood convive da anni con la prosepagnosia, un grave disturbo neurologico che gli impedisce di distinguere i visi. Secondo il racconto del divo, la malattia gli impedisce di riconoscere i volti dei suoi cari, dei colleghi e persino il proprio, se visto allo specchio o in fotografia.

L’ex compagno di Angelina Jolie ha confessato di soffrire molto per questa condizione. “Non mi crede nessuno”, ha dichiarato con frustrazione. Molti amici e conoscenti dello star system lo hanno etichettato come snob, egocentrico e distratto ma la realtà, purtroppo, è ben diversa. Da quando si è reso conto di soffrire di questa patologia, Brad Pitt ha ridotto progressivamente le apparizioni in pubblico. Stare in mezzo alla gente, ha dichiarato, gli procura un’enorme ansia sociale.

Anche l’attività lavorativa è diminuita. Quest’anno ha partecipato al cast di Lost City e il prossimo 25 agosto lo rivedremo al cinema nell’action film Bullet Train. Tuttavia era dal 2019 che non prendeva parte alle riprese di una pellicola. Ora che l’attore è tornato a parlare della sua malattia, sappiamo che l’allontanamento dalle scene non è solo colpa del Covid, ma anche della depressione cronica e della prosopagnosia.

L’intervista a GQ USA è stata l’occasione per lanciare un appello accorato. Brad Pitt ha invitato i lettori a non vergognarsi, a non tirarsi indietro di fronte a tale disturbo e ad avere il coraggio di chiedere aiuto. Un messaggio che dev’essere accolto soprattutto dai familiari e gli amici di queste persone che, spesso inconsapevolmente, convivono con questa condizione isolandosi progressivamente dal mondo.

Che cos’è la prosopagnosia

La prosopagnosia non è una vera e propria malattia ma un sintomo che può avere diverse cause. La difficoltà a riconoscere i volti infatti potrebbe essere la manifestazione di una malattia neurodegenerativa come l’alzheimer. Diversamente, potrebbe essere il sintomo di un danno localizzato come un ischemia o una lesione del lobo temporale posteriore del cervello. Molto più raramente dietro la prosopagnosia può nascondersi una malattia genetica.

Al momento non sappiamo quale sia la radice del disturbo di Brad Pitt ma certamente possiamo immaginare quanto possa essere debilitante e motivo di frustrazione. A preoccupare è soprattutto l’età dell’attore. La prosopagnosia solitamente si sviluppa in soggetti molto più anziani, mentre il protagonista di Mr. & Mrs. Smith ha appena 58 anni.

Come chiarisce l’esperto Elio Scarpini dalle pagine di Donna Moderna, non esiste una cura per questo disturbo. Gli unici casi in cui si potrebbe assistere ad un certo recupero delle facoltà sono quelli scatenati da lesioni traumatiche anche se, puntualizza il professore, ogni caso deve essere valutato singolarmente. 

Leggi anche

Il passato di Brad Pitt: come ha superato la dipendenza dall’alcol?

Che rapporto c’è tra Brad Pitt e l’ex moglie Jennifer Aniston?

Tutti i cambi look di Brad Pitt sfoggiati al fianco di ogni fidanzata