Il correttore è sicuramente uno dei trucchi che possono correre maggiormente in nostro aiuto. Piccolo e discreto, ha la capacità di nascondersi in una tasca, così da poter fare capolino nelle situazioni più impensabili.

Per usarlo al meglio però non basta saperlo stendere sulle imperfezioni o sulle occhiaie. Ci sono alcune piccole e facili astuzie che potrebbero davvero fare la differenza nel vostro trucco giornaliero o per una serata. Le usano anche le truccatrici delle star, che riescono a fare miracoli ai volti delle attrici, obbligatoriamente scintillanti per le grandi soirées.

Insomma, il correttore se usato nel modo giusto può diventare la nostra bacchetta magica della bellezza! Liquido, in crema, in polvere; da mettere con le dita o con la spugnetta, dopo che avrete letto questi segreti, non potrete più farne a meno. Scopriamo insieme i 10 trucchi che una donna deve sapere per usare al meglio il correttore.

L’articolo prosegue nella prossima pagina>> 

10) Prima il fondotinta, poi il correttore

Questa è la prima regola del make up. Il primo elemento che andrà applicato sul viso sarà il fondotinta, subito dopo il correttore andrà a coprire tutti i difetti della pelle, come rughette, macchie, occhiaie e brufoletti. Questo perché se andrete ad applicarlo prima, quando successivamente andrete a stendere il fondotinta, porterete via la maggior parte del lavoro fatto con il correttore. Molto meglio invertirli quindi.

Prima il fondotinta

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

9) Ombretto in polvere che sporca, addio

Un altro trucchetto infallibile è quello di stendere una punta di correttore sulla palpebra prima di andare a procedere con l’applicazione dell’ombretto. Questo farà si che non ci sia più quella fastidiosa polverina che vi ritrovate immancabilmente sotto l’occhio e che non appena passate un dito sporca dappertutto. Questo metodo è utile anche per uniformare il colore della palpebra e preparare la base, per una buona riuscita dell’ombretto. In commercio si trovano anche dei prodotti specifici per questa operazione, chiamati appunto “primer“.

correttore

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

 8) Il correttore non è solo color carne

Certamente quello più conosciuto è il classico color beige, carne, che si adatta al tono della belle; ma bisogna sapere che ce ne sono altri di correttori, da cui si può trarre ancora più beneficio. In commercio si posso trovare correttori colorati, che funzionano tenendo in considerazione semplicemente la tavola dei colori. Ovvero a seconda di che colore noi dovremo andare a coprire, andremo ad usare il colore complementare.

Ad esempio, un brufolo rosso andrà coperto con un correttore verde, delle occhiaie viola con uno giallo, mentre le macchie scure andranno schiarite con un correttore che si avvicina al bianco. In questo caso poi andrà tutto coperto con il fondotinta, tamponando in maniera da non portare via il colore sottostante.

correttori colorati

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

7) Nascondere gli occhi gonfi
Un altro trucco geniale, semplice e veloce è quello di applicare una punta della vostra crema sul dorso della mano, una punta di correttore, e una goccia di illuminante. Dopodiché, meglio se con un pennello, mischiate i tre elementi e quando si saranno miscelati perfettamente, andate ad applicare il prodotto ottenuto sulla palpebra inferiore, superiore e sotto l’arcata sopraccigliare. Poi finalizzate con una cipria trasparente.

dorso mano

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

 6) Correttore e fazzolettini

Quando ci si trucca è utile avere sempre a portata di mano dei fazzolettini o ancora meglio delle veline o se no se proprio non avete nient’altro, anche uno strappo di carta igienica fa il suo lavoro. Se il correttore che avete utilizzato è in crema o comunque liquido, oppure la crema che avete usato come base risulta essere molto grassa, una buona tecnica è quella di tamponare delicatamente con della carta assorbente, in maniera che asciughi la parte oleosa. Ancora meglio se una volta appoggiato il pezzo di carta sul viso, spennellate lievemente con della cipria, sopra la carta. La vostra pelle tornerà ad avere un fantastico effetto mat.

velina pelle grassa

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

5) Aggiustare l’eyeliner

Il correttore viene in aiuto anche per operazioni che esulano dal coprire difetti della pelle, come ad esempio cancellare eventuali sbavature dell’eyeliner. Una volta che si sarà finito di stendere la linea nera, se ci dovessero essere errori o imprecisioni, potranno essere coperti prendendo un altro pennellino pulito, intinto nel correttore e usato per togliere i difetti, rendendo così il nostro eyeliner perfetto.

correzione eyeliner

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

 4) Correggere il rossetto

La stessa cosa descritta prima, potrà essere effettuata per la correzione del rossetto. Una volta terminato di stendere matita, gloss, “rouge à lèvres” e tamponato con una velina per assorbire l’eccesso di colore, si potrà come per l’eyeliner, intingere un pennellino pulito nel correttore e andare a delineare tutto il contorno labbra esterno. questo non solo renderà la vostra bocca precisa, ma darà un effetto volume, soprattutto sulla parte superiore.

correzione rossetto

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

3) Labbra volumizzate

Questo è un altro segreto molto amato dalle donne. Chi non sogna labbra all’Angelina Jolie o alla Jessica Biel. A meno che non vogliate ricorrere alla chirurgia estetica, potete adottare qualche piccolo trucchetto. Questo è uno di quelli. Prima di applicare il rossetto, stendere del correttore al centro delle labbra, sia quello superiore, che quello inferiore e poi applicare come di consueto la tinta preferita. Se volete un effetto ancora più XL, potete stendere alla fine una punta di lucida-labbra sempre e solo al centro delle labbra.

Labbra volumizzate

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

2) Alzare l’arcata sopraccigliare

Come forse molte ragazze già sanno, i colori chiari e perlati hanno l’effetto ottico di aumentare e portare in fuori, mentre quelli scuri di rimpicciolire e scavare. Questa tecnica è alla base del contouring, ovvero il modellamento del viso. Il correttore viene in nostro aiuto per mettere in pratica questa tecnica. Una zona adatta a ciò è il sopracciglio; applicate un velo di correttore, meglio se illuminante sopra e sotto l’arcata sopraccigliare, dopodiché picchiettate con il polpastrello, sino a che non sarà ben steso.

alzare arcata sopraccigliare

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

1) Ci vuole più di un correttore

Questo magico alleato non può combattere in solitaria. Questo significa che nella vostra trousse non potrete avere solamente un correttore. Le discromie della pelle sono molte, ciò significa che si dovranno avere a portata di mano almeno tre o quattro colori diversi per ogni esigenza. Quello che più vi consigliamo è di munirvi di una palette che abbia tutti i colori di cui avrete bisogno, già tutti insieme .

palette correttori

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo su Facebook con le tue amiche >>