Ogni anno in concomitanza all’abbassamento delle temperature si presentano puntualmente i classici inestetismi della cute: arrossamenti, prurito, pelle poco elastica o facilmente irritabile. Le zone più colpite sono tipicamente braccia, gambe, viso e mani, che sono anche tra le più delicate ed esposte del corpo. Per preservare l’idratazione della pelle bastano pochi gesti.

I rimedi per una pelle splendente

Il principale motivo alla base di tutte queste problematiche è la scarsa idratazione cutanea e la spiegazione è proprio nella composizione della pelle: il derma contiene il 70% di acqua, mentre l’epidermide (ossia lo strato più esterno) ha una percentuale che varia dal 35% al 20%.

Non appena la percentuale di acqua presente scende al di sotto del 20% si presentano le prime conseguenze e la pelle diventa secca e screpolata.  

Per sottolineare l’importanza dell’idratazione per la pelle, Nivea ha creato l’infografica “Inverno e pelle secca” in vista dell’arrivo della stagione più fredda.

Sintomi e rischi

Non bisogna mai dimenticare che l’inverno è una stagione che mette a dura prova la pelle: il freddo restringe i vasi sanguigni mentre gli ambienti troppo caldi possono ridurre l’umidità dell’aria. Per questi motivi, i consigli per una corretta idratazione della pelle variano e vanno dall’applicare delle creme idratanti intensive e nutrienti al seguire una corretta alimentazione che comprenda alimenti ricchi di vitamina A, B, C ed E e sali minerali come magnesio, zinco e selenio. 

Infine, dato che il 24% degli italiani dichiara di bere meno di 1 litro al giorno, va detto che la quantità consigliata di acqua è di circa 2 litri al giorno e che al contrario andrebbe ridotta l’assunzione di alcool e caffè che aumentano la disidratazione, rendendo ancora più difficile mantenere la pelle correttamente idratata.

Dunque, per preservare la corretta idratazione della pelle è necessario prendersi cura non solo della pelle stessa, ma in generale di se stessi.