migliori-corsi-make-up-artist

Ormai da diversi anni, il mondo della cosmesi si sta orientando verso prodotti e trattamenti sempre più naturali, tecnologici ed inclusivi. L’obiettivo del trucco è valorizzare l’unicità di ciascuno, non omologare. Tra nuovi strumenti e nuove sensibilità, anche la figura della make-up artist si sta evolvendo velocemente e, stagione dopo stagione, sta acquisendo nuove competenze.

Quali sono le skills più ricercate in un make-up artist?

Quella del make-up artist è una figura professionale in continua evoluzione, che opera nel settore della bellezza, della moda e dello spettacolo. Oltre a conoscere i materiali, le tecniche e gli strumenti necessari allo svolgimento dei trattamenti, si tiene sempre aggiornato rispetto alle ultime novità e tendenze.

Com’è noto, ormai da diversi anni, il trucco semipermanente – in particolare per ciglia e sopracciglia – è sempre più diffuso. Tecniche come le tinture e il microblanding, così come la laminazione e le extension delle ciglia, sono molto richieste. La conoscenza delle tecniche però è solo parte del lavoro del make-up artist. Chi svolge, infatti, questa professione deve avere anche conoscenze approfondite sulla storia del trucco, del costume, della moda e dello spettacolo, nonché sulla dermatologia e sulla teoria dei colori.

Ma, più di ogni altra cosa, il make-up artist di oggi deve possedere creatività e sensibilità. Valorizzare il volto senza coprirlo, saperne cogliere i punti di forza, esaltarne i colori e i tratti, rispettando la pelle e il carattere della persona che viene truccata.

Sono queste le skills che possono fare la differenza oggigiorno.

Come diventare un make-up artist

Considerando tutte le competenze che una make-up artist deve possedere, è chiaro che, per trasformare la propria passione per il trucco in un lavoro, occorre studiare, specie oggi che questa professione è diventata così di tendenza. Il primo passo per intraprendere questa carriera è frequentare un buon corso di trucco. Sul territorio italiano esistono moltissime accademie e scuole accreditate specializzate. Il prezzo di questi corsi, solitamente, varia dai 1500 ai 5000 euro annui, con la possibilità di effettuare anche diversi stage e tirocini sul campo.

Successivamente occorre creare un proprio portfolio e, se si vuole intraprendere la carriera da freelance, è indispensabile fare tanta gavetta. Iniziando a truccare amici e parenti ed utilizzando sapientemente i social, ci si può far conoscere sul territorio e, infine, proporre per collaborazioni in teatro, alle sfilate di moda, presso feste ed eventi,iniziando così ad ottenere una gratificazione anche economica, oltre che a livello di esperienza.

Come avviare e gestire l’attività di make-up artist

Per lavorare in proprio come truccatore o make-up artist, è indispensabile essere titolari di partita iva. Questo passaggio potrebbe inizialmente spaventare, ma in realtà oggi esistono tantissime opportunità sul web, in grado di venire incontro alle esigenze delle imprenditrici più creative del domani.

Tra queste c’è Fiscozen, una soluzione efficace per gestire la P. IVA online a basso costo, usufruendo di un servizio di consulenza ed assistenza fiscale di alto livello.

Con Fiscozen è possibile aprire gratuitamente la P. IVA come liberi professionisti ed ottenere la dichiarazione dei redditi, il calcolo delle imposte e dei contributi, servizi appositi per la fatturazione elettronica ed un monitoraggio costante del business: tutto attraverso un’unica piattaforma semplice ed intuitiva, accessibile da PC, smartphone e tablet.

Il costo dell’abbonamento è davvero competitivo: 299 € + IVA per le Partite IVA forfettarie o 799 € + IVA per i contribuenti che adottano il regime ordinario semplificato.